Il portale della Zona Territoriale n.11 di Fermo
Logo Regione Marche
Voi siete qui:
Verifica esenzioni per reddito, rilasciate con autocerificazioni

Verifica delle esenzioni, in base al reddito, dalla compartecipazione alla spesa sanitaria.

 

Il Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 11 dicembre 2009,”Verifica delle esenzioni, in base al reddito, dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, tramite il supporto del Sistema tessera sanitaria”, definisce le modalità di riconoscimento del diritto all’esenzione per motivi di reddito nell’ambito delle prescrizioni di specialistica ambulatoriale e introduce una nuova modalità per l’autocertificazione rimandando ad un successivo decreto le regole per gli accertamenti delle autocertificazioni.

 Il decreto fa riferimento all'art. 8, comma 16, della legge 24 dicembre 1993, n. 537, e successive modificazioni ed integrazioni, che stabilisce le condizioni di esenzione per reddito dalla compartecipazione alla spesa sanitaria, di seguito schematizzate:

  •  E01: soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni);
  •  E02: disoccupati – e loro familiari a carico - con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni);

  •  E03: titolari di assegno (ex pensione) sociale - e loro familiari a carico - (art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni);

  •  E04: titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni - e loro familiari a carico - con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni).

  •   Il sistema Tessera Sanitaria rende disponibile annualmente l’elenco degli assistiti a cui è stato riconosciuto il diritto all’esenzione.

     Qualora l'assistito, in ogni caso, non risultando in tale elenco, ritenga comunque di avere diritto all'esenzione per reddito, diversamente dalle informazioni contenute nell’elenco, è tenuto a recarsi presso l'Azienda Sanitaria Locale di competenza per AUTOCERTIFICARE il suddetto diritto e ricevere il documento di esenzione per reddito.

     È il Medico, all’atto della prescrizione su ricettario del Servizio Sanitario Nazionale di prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale – su richiesta dell'assistito – a rilevare l'eventuale codice di esenzione dall’elenco degli assistiti a cui è stato riconosciuto il diritto all’esenzione o dal certificato di esenzione rilasciato all’assistito dalla ASL, riportandolo, quindi, sulla ricetta.[1]

     A seguito dell’autocertificazione, l’utente può usufruire nell’anno di riferimento delle prestazioni del Servizio Sanitario in regime di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria (ticket).

     L’autocertificazione segue le norme di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000: le Aziende sanitarie, ai sensi di tale disposizione, effettuano controlli sulla veridicità del contenuto delle autocertificazioni rese ai fini della fruizione di prestazioni specialistiche ambulatoriali in regime di esenzione dal ticket.

     Qualora il mancato pagamento del ticket risulti, a seguito dei controlli disposti per legge, effettuato sulla base di una dichiarazione che dovesse riscontrarsi come non veritiera, l'eventuale evasione dal ticket comporta il recupero degli importi non pagati e l'applicabilità dell'art. 316 ter c.p.

     Inoltre, sempre in base al D. M. 11.12.2009, all’atto della richiesta di recupero del ticket non pagato, “L'Azienda sanitaria locale comunica altresì all'assistito che, decorso inutilmente il predetto termine gli sarà inibito l'accesso a nuove prestazioni di specialistica ambulatoriale a carico del Servizio sanitario nazionale fino all'atto della regolazione del debito pregresso”. 
     

Per tali motivi, prima di rilasciare la autocertificazione per ottenere l’esenzione da reddito, nel caso di dubbi circa la propria situazione reddituale, è opportuno rivolgersi all’Agenzia delle Entrate, agli sportelli fiscali dei Patronati, ai CAF o ad altri soggetti che offrono assistenza fiscale, per avere certezza circa la sussistenza del proprio diritto. 

A seguito dei controlli sopra descritti, l’Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche darà seguito al recupero dei tickets immotivatamente non pagati, con aggravio di € 5,00 per spese amministrative.  

L’Asur invierà un primo sollecito di pagamento, qualora esso dovesse rimanere senza effetto (cioè senza che l’Utente provveda, nei termini indicati nella missiva, al pagamento o alla formale contestazione dell’istanza), l’Area Vasta di riferimento provvederà, senza ulteriori avvisi, all’invio di una ulteriore richiesta con lettera raccomandata A/R; se anche quest’ultima dovesse rimanere senza conseguenza, si provvederà all’introduzione di tutte le procedure idonee al recupero del credito ed alla tutela del pubblico interesse.   

Qualora si sia ricevuta una richiesta di pagamento da parte dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche, Area Vasta n. 4 di Fermo, per le motivazioni sopra esposte, l’utente destinatario potrà:

 ·         scegliere di provvedere al pagamento ottemperando alla richiesta;

 ·         ribadire il proprio diritto, qualora l’utente dovesse ritenere fondata l’autocertificazione rilasciata per il periodo di riferimento.

 Il D. M. 11.12.2009 all’art. 1, comma 11, dispone, infatti, che entro il termine per provvedere indicato nella lettera di richiesta che si riceve si potrà “provvedere al pagamento, ovvero esibire all'Azienda sanitaria  locale la documentazione comprovante quanto dichiarato”.

 Per agevolare l’utenza circa la presentazione della documentazione che comprovi quanto dichiarato al fine di ottenere l’esenzione per il periodo di riferimento, si mette a disposizione un modello scaricabile da questa pagina, non vincolante e da integrare con tutti i dati e le informazioni mancanti.

 Si precisa che tale documento deve essere ritenuto come accompagnatorio della documentazione che si intende mettere a disposizione per la valutazione della propria posizione ai sensi del D. M. 11.12.2009.

Detto documento, unitamente alla documentazione allegata, dovrà essere presentato al Direttore dell’Area Vasta n. 4 di Fermo, via Zeppilli, 18 – 63900 Fermo (FM), da inviare a mezzo posta o da presentare all’Ufficio protocollo dell’Area Vasta n. 4 di Fermo in via Zeppilli, 18 – Fermo (FM).

 [1] http://sistemats1.sanita.finanze.it/wps/portal/portalets/sistematsinforma/esenzioni_reddito